Mick Karn (Japan, Rain Tree Crow), Gavin Harrison (Dizrhytmia, Porcupine Tree, Mick Karn), Haco (Happines Proof, Hoahio, Kam-pas-nel-la, Mescaline Go-Go, After Dinner, Guigou Chenevier), Peter Chilvers (No Man, A Marble Calm, Bowness/Chilvers, Henry Fool, Darkroom, Alias Grace), Mike Applebaum (Randy Brecker, Stan Getz, Gil Evans, Leonard Bernstein, Ennio Morricone, Ivano Fossati), Sandra O'Neill (Alias Grace, A Marble Calm, Bernard Hoskin), Markus Reuter (Centrozoon, Europa String Choir, Pat Mastellotto) e gli italiani Nicola Alesini (Glen Velez, Hans Joachim Roedelius, David Sylvian, Roger Eno, David Torn, Harold Budd, Steve Jansen, Richard Barbieri), Daniele Iacono (Jovanotti, Tiromancino, Ron, Paola Turci, Niccolò Fabi, Aladnah, Daniele Groff) e Giacomo Anselmi (Antonello Salis, Dario Deidda, Nuova Tribù Zulù). Brani dai suoni e dagli arrangiamenti raffinati tra la forma canzone, l'ambient, il jazz e il rock, nei quali i numerosi ospiti sono lasciati liberi di esprimersi nel loro stile più peculiare. Qualche riferimento tanto per capirci? David Sylvian, Mark Isham, Porcupine Tree e No Man... . " />
Catalogo RES: [STEFANO PANUNZI] timelines


timelines
[STEFANO PANUNZI ]
>>
20.02.2006Handlemedown
20.02.2006Handlemedown
28.01.2006MUSIQ
03.02.2006AmarokProg
30.01.2006HMP
23.01.2006SENTIREASCOLTARE
30.12.2005Ragazzi Music
30.12.2005Ragazzi Music
30.12.2005DNA Music
28.12.2005Babyblaue-seiten
15.12.2005iO pages
13.11.2005FFM-ROCK
13.11.2005FFM-ROCK
14.11.2005Altre Muse
12.11.2005Intuitive Music
12.11.2005Intuitive Music
10.11.2005MovimentiProg
16.11.2005Rockerilla
Stefano Panunzi - Timelines
MovimentiProg, novembre 2005

Stefano Panunzi

Timelines

Voto medio: (8)

Un viaggio nel tempo e nello spazio con il nuovo rock di Stefano Panunzi

Il primo Brian Eno solista, Peter Gabriel, Rain Tree Crow, No-Man gli artisti della Burning Shed: nomi esemplari per il pop e il rock che rompe il suo argine verso l'elettronica, l'ambient, le sonorità di confine. Anche in Italia si afferma un certo modo di concepire la composizione e il suono: la Materiali Sonori, Nicola Alesini e i Keen-O ce lo hanno dimostrato negli ultimi anni, così per i No Sound in ambito prog/rock.

Il giovane tastierista Stefano Panunzi si colloca in questo filone e si presenta con sicurezza, autorità, bravura: "Timelines" - edito dall'ottima RES di Treviso - è un disco in linea con le nuove sonorità internazionali (da Sakamoto a Fripp passando per i Tuxedomoon), anche grazie agli ospiti illustri, Mick Karn e Alesini, Markus Reuter (Centrozoon), Peter Chilvers (Henry Fool), Gavin Harrison (Porcupine Tree), Giancarlo Erra (No Sound).

Registrato tra Italia, Inghilterra, Germania e Giappone, "Timelines" è uno di quei classici debut-album che fanno subito centro: raffinato, romantico e futurista, coinvolgente e meditativo, offre un art rock talmente innervato di riferimenti esterne da perdere i legami con la materia d'origine. Alcuni pezzi spiccano tra le più interessanti composizioni italiane degli ultimi tempi: "Everything 4 her" (che mette insieme il portentoso basso di Karn e le oscure ance Alesini), "Web of memories" e "Forgotten story", indefiniti e ricchi di suggestive "nuances".

I contatti sottili con lo space rock, il jazz, la psichedelia e la canzone si percepiscono bene in "The moon and the red house" e nell'accoppiata "Tribal innocence"/"Something to remember", tra echi di Miles Davis, Peter Gabriel e i ProjeKcts di crimsoniana memoria. E' l'estetica dei suoni a convincere, l'elaborazione elegante e mai scontata: in questo senso "No answer for you" è da manuale. Disco internazionale, nel quale l'italianità si nota più che altro nelle melodie, ad esempio la title-track e "Underground" con il loro rock sognante e floydiano, un po' alla Porcupine Tree; dall'altro lato l'incalzante "Masquerade" e "I'm looking for", finale malinconico di notevole intensità.

Ottimo lp d'esordio, "Timelines" rivela un nuovo talento italiano e offre musica di ottima fattura.

Donato Zoppo

MovimentiProg

RESCD0503 (CD digipack)

©2003-2019 - RES - Registrazioni e Suoni
powered by jtPHPsite ©2003-2019 lightelementswebdesign